La Scuola

Bruner afferma che “lo spazio rappresenta una comunità educativa”. Per questo lo spazio, che circonda il bambino e lo influenza ogni giorno, deve essere progettato come un luogo risonante, vario, evocativo e personalizzato: uno spazio educativo che favorisca lo sviluppo integrale del bambino. Riteniamo sia importante investire tempo e pensieri nella progettazione di contesti educativi che non siano casuali, ma funzionali e congruenti con gli obiettivi che vogliamo perseguire. La scuola presenta uno spazio in continua evoluzione che testimonia e documenta il lavoro e le attività svolte dai bambini, cerca di rispondere ai bisogni e ai desideri di ciascuno e si propone come promotore di incontri. Per questo gli ambienti offrono spazi strutturati con molta attenzione e spazi meno definiti per aprire a sempre inattese possibilità di incontro con l’esperienza e con l’altro.

La scuola pone particolare attenzione sia nella strutturazione che nell’organizzazione degli spazi comuni, intesi prima di tutto come luoghi di incontro e scambio tra tutti i bambini e gli adulti che li abitano. In particolare lo spazio sezione si caratterizza per essere il luogo privilegiato in cui ogni gruppo di bambini si costruisce. 

Negli spazi della scuola e del nido, allo scopo di favorire l’accoglienza delle famiglie e una loro partecipazione, sono presenti pannellature e diario di sezione, che hanno lo scopo di documentare, comunicare e condividere il vissuto quotidiano a scuola dei bambini.

Oltre agli spazi delle sezioni la scuola offre anche alcuni spazi comuni che hanno lo scopo di favorire l’incontro tra i bambini e gli adulti che la abitano.

All’ingresso è posta la grande piazza della scuola, luogo di incontro per eccellenza. Al centro della quale è collocata una biblioteca, cuore narrativo della scuola. Nella piazza sono presenti anche differenti angoli con svariate tipologie di materiali, volti ad offrire ai bambini diversificate occasioni di incontro e gioco comunitario. È presente di un’ampia vetrata che affaccia sul parco della scuola, questa oltre a favorire una costante luminosità naturale, permette ai bambini un dialogo quotidiano con l’esterno.

È presente inoltre un atelier che propone numerose tipologie di ricerca ed esplorazione. La presenza di reperti provenienti dall’ambiente esterno offre ai bambini occasioni di incontro con gli elementi del mondo naturale, le numerose e varie tipologie di materiale grafico permettono ai bambini di approcciarsi al linguaggio grafico – pittorico. La creta e differenti varietà di materiali plastici offrono possibilità di scoperta tattile e manipolazione, infine la presenza di materiali di recupero (fili, bottoni, metalli…) offre la possibilità di intraprendere percorsi di ricerca inattesi e non convenzionali.

Questo spazio ospita anche il luogo di incontro, formazione e documentazione delle insegnanti, dove queste condividono in itinere il progetto educativo delle diverse sezioni, le scelte educative e organizzative della scuola e dove preparano il materiale didattico.

Un atelier di luce, luogo che propone diverse possibilità di gioco, esplorazione, ricerca e costruttività, utilizzato in prevalenza dai bambini della sezione nido.

La stanza del sonno è uno spazio comune per tutti i bambini della scuola dell’infanzia ed è collocato al primo piano, mentre lo spazio riposo del nido è collocato all’interno della sezione. Il riposo è importante dopo una mattinata carica di eventi, è un momento intimo per i bambini e le insegnanti favoriscono il sonno attraverso la promozione di un clima disteso e rassicurante. Il risveglio si svolge con dolcezza e delicatezza per favorire il passaggio dal sonno alla veglia nel rispetto dei tempi individuali e delle abitudini di ognuno.

Il bagno è uno spazio comune a tutte le sezioni della scuola dell’infanzia, la sezione nido invece predispone di un bagno e di uno spazio cambio riservato. Questi ambienti sono particolarmente curati perché in questo momento personale ogni bambino possa sentirsi protetto e accolto. Un ufficio utilizzato per le attività amministrative e per gli incontro individuali con le famiglie